.
Annunci online

presidente regionale giovanile fratelli d'italia, consigliere comunale
Fdi: "Concorso assistenti giudiziari, tribunali senza personale, si scorra la gradutoria
post pubblicato in Diario, il 15 novembre 2017


CONCORSO IDONEI ASSISTENTI GIUDIZIARI, 200 SARDI TRA GLI IDONEI 

PORTAVOCE FDI DEIDDA: "MA ORA NON SI VANIFICHI IL MERITO"

DEPUTATO MURGIA: "ORA LAVORO IN PARLAMENTO PER SCORRIMENTO GRADUATORIA"


"Fratelli d'Italia da tempo sta conducendo una battaglia affinché i posti vacanti siano ricoperti da coloro che si trovano nelle graduatorie degli idonei non vincitori. Non è opportuno che si vanifichi il merito e l'impegno attraverso scorciatoie per chi non ha partecipato al concorso" commenta Salvatore Deidda, portavoce regionale di FdI-AN, a proposito della graduatoria del concorso per assistenti giudiziari.

"Sono circa duecento i sardi che hanno sostenuto la prova finale. Come Fratelli d'Italia abbiamo già l'impegno del Capogruppo Fdi-An, Fabio Rampelli, a seguire la vicenda. Nei tribunali c'è tanto lavoro arretrato e c'è bisogno di personale. Si scorra pertanto la graduatoria."

“Una battaglia che abbiamo sostenuto e sosterremo assieme ai nostri giovani - ha affermato Bruno Murgia, deputato sardo di Fratelli d’Italia-AN - non è possibile che dopo un percorso di investimenti fatti in formazione e studio non si possa raggiungere il risultato sperato. Ci faremo voce delle problematiche degli idonei in parlamento fino a raggiungimento dell'obiettivo: scorrimento della graduatoria, senza scorciatoie per chi non ha sostenuto il concorso”, conclude il deputato.

"Una presa in giro del gruppo parlamentare del Partito Democratico", è quanto aveva dichiarato in una nota Gioventù Nazionale, movimento giovanile di Fratelli d'Italia, a seguito dell'emendamento del PD che metterebbe a rischio le speranze di ulteriori 1400 idonei del recente concorso per Assistente Giudiziario.

"Il Ministero della Giustizia ha bandito questo concorso nel novembre 2016 con l'obiettivo di rimpinguare le fila del personale nei tribunali. Un settore sotto organico e senza concorsi pubblici da più di vent'anni", dichiara Michele Pisano, presidente regionale di Gioventù Nazionale Sardegna.

"Gli idonei sono 4915, di cui 1400 vincitori, ma a seguito delle rassicurazioni del Ministro Andrea Orlando ci sarebbe uno scorrimento della graduatoria per ulteriori 1400 assunzioni", prosegue Pisano, "tuttavia ora assistiamo al serio rischio che le speranze di migliaia di idonei, che potrebbero non essere ricompresi in questi ulteriori vincitori, vengano vanificate a seguito di un emendamento del Partito Democratico".

"La nostra richiesta è che i 1400 siano tutti selezionati direttamente dalla graduatoria degli idonei e l'emendamento sia ritirato", conclude Pisano.

"Gioventù Nazionale evidenzia la grave violazione dell'art. 97, comma 3 Cost., il quale dispone esplicitamente che agli impieghi nelle pubbliche amministrazioni si accede mediante concorso pubblico. La Consulta ha affermato che sarebbe insufficiente a giustificare la deroga alla selezione pubblica la semplice circostanza che determinate categorie di dipendenti abbiano prestato attività a tempo determinato presso l'amministrazione, come pure la personale aspettativa degli aspiranti ad una misura di stabilizzazione", dichiara Andrea Lorrai, dirigente di Gioventù Nazionale: inoltre, critica "la presa di posizione del senatore sardo Giuseppe Luigi Cucca, segretario regionale del Partito democratico, il quale, invece di sostenere la battaglia dei 200 sardi risultati idonei al concorso di assistente giudiziario, data anche la vicinanza alle elezioni politiche nazionali, sostiene la battaglia di chi non ha diritto all'impiego, e si dimentica dei suoi conterranei che in seguito a un anno di dure selezioni concorsuali ambiscono a un impiego negli uffici giudiziari italiani".

Sfoglia luglio        dicembre
calendario
adv