.
Annunci online

presidente regionale gioventù nazionale, dirigente fratelli d'italia, consigliere comunale
Elezioni Consulta, Azione studentesca già al lavoro
post pubblicato in Consulta Provinciale Studentesca Cagliari, il 27 settembre 2008


Speciale Elezioni 2008

Facendo seguito alla nota del Ministero della Pubblica Istruzione, riguardo la modifica del mandato dei Consultini, si specificano di seguito informazioni utili ai fini delle elezioni per la Consulta Provinciale degli Studenti di Cagliari.

>>> La normativa vigente

Attualmente, dopo le modifiche apportate dal D.P.R. 29 novembre 2007, n. 268, recante disposizione in merito al'innalzamento della carica a due anni per i consultini eletti nel 2007, il mandato è confermato ogni due anni. Si vota dunque solo negli istituti ove i rappresentanti siano decaduti o abbiano presentato dimissioni volontarie. In ogni caso, in tutti gli istituti secondari superiori le elezioni devono svolgersi entro e non oltre il 31 ottobre. (C.M. 71/08)

>>> Il sistema elettorale

Il sistema elettorale è il metodo D’Hondt, o metodo del divisore, ovvero un sistema proporzionale. Ogni lista riceve un numero pari al numero di preferenze ottenute da ogni candidato presente all’interno della lista stessa. Calcolato il numero dei voti di ogni lista, si procede assegnando innanzitutto un numero di seggi proporzionalmente ai voti ottenuti alle liste e infine, all’interno delle liste che hanno ricevuto un tot di seggi, scattano i candidati più votati.

>>> Come presentarsi in Consulta?

Una volta eletti, i consultini ricevono un fax dall'Ufficio Scolastico Provinciale con la data della prima sessione plenaria. E' opportuno presentarsi con una fototessera in modo da poter ricevere il proprio tesserino di riconoscimento, da utilizzare durante le sessioni plenarie.




permalink | inviato da Michele Pisano il 27/9/2008 alle 15:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Maturità, commissioni Liceo Classico G. Brotzu, Quartu S. E.
post pubblicato in Consulta Provinciale Studentesca Cagliari, il 28 maggio 2008


Pubblico le Commissioni di Professori esterni che saranno impegnati al Liceo Classico Brotzu di Quartu sant'Elena.

 
XIV Commissione Classico Prima Sede: Quartu S. E. - Liceo Scientifico "G. Brotzu"

Presidente:
Meloni Gian Paolo, Mogoro - Istituto Superiore Statale.

Indirizzo: Classico.

Italiano:
Sancassano Maria Lucia Teresa, proveniente da: Cagliari - Liceo Classico "G.M. Dettori";
Matematica: Manca Enrico, proveniente da: Muiravera - Liceo Scientico "G. Bruno";
Scienze Naturali: Muccelli Rosanna, proveniente da: Cagliari - Liceo Artistico "F. Fois" ;


XV Commissione Classico Prima Sede: Quartu S.E. - Liceo Scientifico "G. Brotzu", Seconda Sede: Villacidro - Liceo Classico "E. Piga"

Presidente: Staico simonetta, Cagliari - Ist. tecnico Commerciale IV.

Indirizzo: Classico.

Italiano: Tarca Gabriella, proveniente da: Selargius - Liceo Scientifico "Pitagora";
Matematica: Murroni Giorgio Maurizio, proveniente da: Cagliari - Ist. Magistrale. "D'Arborea";
Scienze Naturali: Murru Margherita, proveniente da: Cagliari - Ist. Tecnico Industriale "M. Giua".

Fonte: L'Unione Sarda



permalink | inviato da Michele Pisano il 28/5/2008 alle 14:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Mongiu, che vergogna!
post pubblicato in Consulta Provinciale Studentesca Cagliari, il 24 maggio 2008


di Michele Pisano

L'Assessorato ha cercato di fare le cose in grande per la Festa Regionale della Scuola.
E' andata male.
E' questa la sintesi della giornata di ieri che ha visto lo svolgersi di un concerto a cui avrebbero dovuto partecipare le scuole della Sardegna.
Quest'anno la Consulta Provinciale degli Studenti di Cagliari, in sintonia con le Consulte delle altre province ha deciso di delegare l'organizzazione dell'evento all'Assessorato alla Pubblica Istruzione. 
A parte il differente nome della manifestazione, Festa Regionale della Scuola invece che Giornata dell'Arte, si sono consumate le solite esibizioni. Alla faccia della festa della musica, come l'ha chiamata l'Assessore Maria Antonietta Mungiu. Il genere era limitato all' heavy metal e al punk. Reggae, blues, soul, jazz non esistono per la Regione Sardegna. Bisogna però dire che l'organizzazione e la scelta dei gruppi sia spettata alla commissione Giornata dell'Arte della Consulta. Che ha avuto il suo da fare. Ciò che è venuto a mancare, in termini musicali, da parte dell'Assessorato, è stato l'invito a spaziare maggiormente nel mondo musicale.
Fossero questi i problemi.
La macchina organizzativa non ha fatto una bella figura. Ciò che bisogna precisare, è che appunto quest'anno è spettato ai "grandi"( Assessorato Pubblica Istruzione) fare in modo che tutto andasse per il verso giusto. Ne avessero azzeccata una.
Non vi erano le ambulanze. Quando un ragazzo si è ferito alla testa per una testata accidentale è stato necessario aspettare per una decina di minuti i volontari del 118. I fili che dal gruppo elettrogeno raggiungevano il palco erano scoperti. Non vi erano nè transenne nè bagni chimici.
Dopo che la polizia municipale ha bloccato il concerto, l'Assessore Maria Antonietta Mongiu si è precipitata in piazza. Ma quando ha visto che i giornalisti la prendevano d'assalto ha deciso di andar via, autorizzando la prosecuzione del concerto. Ovviamente ancora non a norma di sicurezza.
Così alle 17 la manifestazione è proseguita. Le ambulanze erano appostate dietro il palco, c'erano le transenne e i bagni chimici, ma non le passerelle per coprire i fili che uscivano dal gruppo elettrogeno.
Ma pazienza. Tutto è andato bene. Nessuno (o quasi) si è fatto male. La prossima volta andrà meglio...saranno stati i pensieri dell'Assessore.
Dott. Mongiu, a lei non piace la 626, noi studenti lo sappiamo bene. Preferisce investire 30.000 euro per la Festa Regionale della Scuola, che è stata un fallimento per lei e l'Assessorato. Ma se le scuole non hanno le uscite d'emergenza e le minime garanzie di sicurezza...per lo meno garantisca le ambulanza ai concerti.




permalink | inviato da Michele Pisano il 24/5/2008 alle 14:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
Bene Gelmini, educazione civica nelle scuole
post pubblicato in Consulta Provinciale Studentesca Cagliari, il 24 maggio 2008


Parte bene il governo Berlusconi.
Con un ottima proposta fa la sua prima comparsa da ministro della Pubblica Istruzione Mariastella Gelmini.

 La neo ministra alla Pubblica Istruzione Mariastella Gelmini

Nell'anniversario della morte di Giovanni Falcone, a Palermo, il Ministro ha sottolineato l'importanza dell'educazione civica. Auspicando così una reintroduzione.
"L'ora di educazione fisica - annuncia Gelmini - va ripristinata in modo forte. Non deve essere un'ora di svago, ma un'ora che ci renda orgogliosi della nostra italianità che ci faccia riscoprire l'appartenenza allo Stato. Introducendola fin dalla primaria - chiude - aiuta ad aumentare il senso di responsabilità.
Azione studentesca non rinuncerà sicuramente a questa nuova sfida.

M. P.




permalink | inviato da Michele Pisano il 24/5/2008 alle 10:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Lettera aperta all'Assessore Mongiu
post pubblicato in Consulta Provinciale Studentesca Cagliari, il 22 maggio 2008


Con un pizzico di amarezza invio questo messaggio tramite mail all'Assessore della Pubblica Istruzione della Regione.
 
Egregia Dott. Mongiu

Come l'anno scorso durante la prima plenaria, mentre presentavo la mia candidatura alla presidenza della Consulta, rinnovo il pensiero secondo cui vi è la necessità di evitare che la Giornata dell'arte diventi una festa d'elite, con gruppi musicali ristretti a una piccola cerchia.
 
L'anno scorso riuscimmo a evitare che così fosse.

Quest'anno però, la Festa della Musica, o Festa regionale della Scuola (che dovrebbe coinvolgere tutti gli studenti e il maggior numero di stili musicali possibili) vede la partecipazione di gruppi ska, punk e heavy metal.

Se fossi stato in chi ha scelto i gruppi, a cui va, così come l'anno scorso, tutto il ringraziamento per l'organizzazione dell'evento, avrei sicuramente guardato a quel mondo musicale, jazz, soul, blues, musica alternativa, che troppo spesso viene messo nel dimenticatoio. Generi musicali spesso tralasciati, così come tanti altri che hanno molto più successo e apprezzamento di quanto si creda.
 
Riguardo a quanto compare scritto nel sito della Regione Sardegna, che ho postato nel mio blog www.michelepisano.tk , ritengo sia doveroso fare una precisazione. La Consulta non è una novità come si cerca di far credere. La Consulta non è un fenomeno che improvvisamente esce dal capello di un Assessore.

La Consulta Provinciale Studentesca esiste da più di dieci anni, e bisogna avere il coraggio di dire che nessuno l'ha mai presa in considerazione. Per assurdo, è stata la Consulta stessa ad attivarsi per raggiungere le Istituzione. Sia quest'anno che lo scorso.

Ritengo che gli errori compiuti negli anni passati debbano servire d'esempio sia per le istituzioni sia per i prossimi rappresentanti degli studenti.

Detto questo, sono sicuro comunque che la Giornata riscuoterà successo. Ho invitato i partecipanti a non assumere atteggiamenti che sfocino nella maleducazione o nell'illegalità come spesso è
accaduto.

Cominciamo però a guardare già da ora all'anno prossimo e al tanto lavoro che c'è ancora da fare.

Buon lavoro.

Michele Pisano

Tutor della Consulta Provinciale Studentesca di Cagliari

michele_pisano@tiscali.it



permalink | inviato da Michele Pisano il 22/5/2008 alle 14:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Festa regionale della Scuola
post pubblicato in Consulta Provinciale Studentesca Cagliari, il 22 maggio 2008


La Regione Sardegna prosegue nell'indirizzo che mira a modificare i rapporti tra le Istituzioni e il sistema scolastico, considerato nell'insieme di tutti i suoi attori.

Si colloca in questa prospettiva l'organizzazione della Festa regionale degli studenti e delle studentesse che inizierà domani, venerdì 23 maggio in Piazza del Carmine a Cagliari con la "Giornata della Musica", e troverà il suo sviluppo in diverse iniziative da attuarsi nel corso del nuovo anno scolastico in accordo con le consulte degli studenti e delle studentesse, la Direzione regionale e le Autonomie scolastiche.

Organizzata con la Consulta regionale degli studenti, anch'essa novità nata dalle opportunità di dialogo aperte da questo assessorato, la Giornata della Musica offre a numerose Band studentesche delle scuole superiori di tutta l'Isola un palco su cui esibirsi e la possibilità di entrare in contatto con gli studenti delle otto province, tendendo alla creazione di una rete regionale.
Una giornata intera, dalle 9.00 alle 24.00, per stimolare il potenziale creativo dei ragazzi aiutandoli a sperimentarsi nella musica e nelle varie arti, ma soprattutto per far capire agli studenti che la scuola appartiene a loro e per loro deve essere concepita.

Il programma, con una breve pausa per il pranzo, prevede l'esibizione di band studentesche che attraversano generi diversi, dal punk al rap, dallo ska al rock. Si alterneranno sul palco i Dextruction Travel; Doppie Prese; Dreaming 23; Dub Instinct; Face The Storm; Goto; Ill Brain; Mushroom Cult; Ragu; Rebel Action; The Checkmate; Three Axis; Wickedstorm.
La serata, dalle 20.30, è affidata a tre gruppi di richiamo: i punk Rappresaglia e le band ska RimozioneKoatta e Statuto.

Tratto dal sito della Regione Sardegna

Per maggiori informazioni mandatemi una mail a michele_pisano@tiscali.it
o visitate:

www.michelepisano.tk

www.cpscagliari.org



permalink | inviato da Michele Pisano il 22/5/2008 alle 14:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Festa regionale della scuola
post pubblicato in Consulta Provinciale Studentesca Cagliari, il 19 maggio 2008


 
     

La Consulta Provinciale degli Studenti di Cagliari, in collaborazione con la Consulta Regionale e con il patrocinio dell'Assessorato Regionale della Pubblica Istruzione,

COMUNICA

Che in data 23 Maggio 2008 si svolgerà il concerto della "Festa Regionale della Scuola Sarda", con inizio alle ore 9.00 in Piazza del Carmine a Cagliari.



Nelle prossime ore tutte le informazioni sulla Festa Regionale della Scuola su:

www.michelepisano.tk

www.cpscagliari.org

Michele Pisano, Tutor Cps Cagliari



permalink | inviato da Michele Pisano il 19/5/2008 alle 15:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
L'Organigramma della Cps di Cagliari
post pubblicato in Consulta Provinciale Studentesca Cagliari, il 19 maggio 2008


 

Presidente CPS
Simone Angei

Vicepresidente CPS
Carlotta Trois

  • Commissione Cultura
    Presidente: Casula Giovanni
  • Commissione Diritti degli Studenti
    Presidente: Casti Lebiu Alessio
  • Commissione G.A.S.
    Presidente: Tronci Raffaele
  • Commissione Sport
    Presidente: Vacca Nicola
  • Commissione Informazione e Società
    Presidente: Orrù Michele
  • Commissione Territoriale di Cagliari
    Presidente: Orrù Giacomo
  • Commissione Territoriale Medio Campidano
    Presidente: Piano Matteo
  • Commissione Territoriale Sulcis Iglesiente
    Presidente: Palmieri Sergio

Organo di Garanzia
Assorgia Alessia e Pilia Sara

Tutor
Sandy Carboni, Michele Pisano, Matteo Quarantiello




permalink | inviato da Michele Pisano il 19/5/2008 alle 10:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Cos'è la Consulta Provinciale Studentesca?
post pubblicato in Consulta Provinciale Studentesca Cagliari, il 19 maggio 2008


 

La CPS di Cagliari
 La CPS è l'organismo istituzionale di rappresentanza studentesca su base provinciale istituito nel 1996 (Direttiva Ministeriale n. 133 del 3 Aprile 1996; DPR 567/1996 e DPR 156/99). Attualmente non sono considerate come organi collegiali. Le CPS sono diffuse in tutto il territorio nazionale. La Consulta Provinciale degli Studenti è composta da due studenti eletti ogni anno per ogni istituto secondario superiore della Provincia, che elegge poi al suo interno un Presidente e si divide in commissioni tematiche e territoriali.

La Consulta Provinciale degli studenti di Cagliari comprende tutta l'ex-Provincia composta dalle:
• Provincia di Cagliari (interland cittadino)
• Provincia del Sulcis Iglesiente
• Provincia del Medio Campidano

E' divisa nelle seguenti Commissioni Tematiche:
• Commissione Cultura
• Commissione Diritti degli Studenti
• Commissione Sport
• Commissione Informazione e Societa' - Ufficio stampa
• Commissione GAS (Giornata dell’arte e della Creatività studentesca)

E nelle seguenti Commissioni Territoriali:
• Commissione Territoriale di Cagliari
• Commissione Territoriale del Sulcis-Iglesiente
• Commissione Territoriale del Medio Campidano

Informazioni sulle CPS
Con il DPR 567/96 (art. 6) la CPS ha il compito di:
Assicurare il più ampio confronto fra gli studenti di tutte le istituzioni di istruzione secondaria superiore della provincia, anche al fine di ottimizzare ed integrare in rete le iniziative […] e di formulare proposte di intervento che superino le dimensioni del singolo istituto, […]
formulare proposte ed esprimere pareri al Provveditorato, agli enti locali competenti ed agli organi collegiali territoriali
istituire in collaborazione con il Provveditorato agli Studi uno sportello informativo per gli studenti con particolare riferimenti all'attuazione del presente regolamento e dello statuto delle studentesse e degli studenti e delle attività di orientamento promuovere iniziative di carattere transnazionale designare i rappresentanti degli studenti nell'organo di garanzia previsto dall'art. 5 comma 4 del DPR 24/06/1998 n. 249. La CPS si dota di un proprio regolamento, a norma del quale elegge un preseidente ed un consiglio di presidenza.

Art.6 (bis)
Con le risorse finanziarie destinate alle attività previste dal presente regolamento sono … coperti gli oneri derivanti dalla completa realizzazione di iniziative attuate all'esterno degli istituti come deliberate dai competenti organi nonché il rimborso delle spese di viaggio e di soggiorno,… in favore dei competenti delle consulte e degli studenti individuati per la partecipazione alle predette iniziative
Sui fondi di cui sopra in ciascuna provincia è accantonata una quota non inferiore al 7 per cento, utilizzabile dalla CPS per esigenze connesse alla propria organizzazione ed al proprio funzionamento e per l'attuazione delle iniziative deliberate. Ai membri della CPS, nei limiti della disponibilità sopra indicate, sono rimborsate le spese di viaggio e di soggiorno connesse all'esercizio delle loro funzioni. Tali rimborsi possono essere corrisposti, in alternativa, dai consigli di istituto nei limiti delle disponibilità finanziarie degli istituti destinati alle omologhe finalità (articolo aggiunto dell'art. 6 e del DPR 9/04/1999, n. 156)
La CPS seppure non riconosciute come organi collegiali si dotano con proprio regolamento di una organizzazione di tipo collegiale- rappresentativo.
Le regole di contabilità pubblica (trasparenza, efficacia, economicità, buona amministrazione) devono sottendere a tale organizzazione. Una della finalità delle CPS è quella di abituare i giovani alle regole democratiche di gestione della cosa pubblica.

Gli organi della CPS che interessano ai fini della gestione contabile del bilancio e dei beni della scuola sono:

- Il Presidente
- La Giunta
- Il Docente Referente
- Il Dirigente della Scuola depositaria dei fondi
- Il Direttore S.G.A. della scuola depositaria dei fondi

L'assegnazione dei fondi della CPS
L'assegnazione dei fondi avviene da parte del Direttore Generale Regionale degli Uffici Scolastici Provinciali (provveditorati - CSA…) sulla base del numero degli alunni presenti nella Provincia e di eventuali indicatori di disagio. Tali fondi (previsti dalla leg 440/97) saranno distribuiti nelle scuole per le attività interne mentre una quota non inferiore al 7% sarà destinata al funzionamento della consulta; infine è consigliabile che venga riservata una somma a livello regionale per il coordinamento a tale livello delle CPS. In genere in fondi vengono assegnati a una scuola della provincia, meglio se la stessa scuola è anche sede della consulta.

Il Progetto finanziario
La scuola che riceve i fondi provvederà ad inserire nel proprio programma annuale il progetto della CPS. Tale progetto sarà predisposto dalla Giunta della CPS e sottoposto all'assemblea per l'approvazione. Tale documento diventa la linea guida per il Presidente della CPS. Il docente referente verificherà che le decisioni siano assunte secondo le regole prima richiamate, di contabilità pubblica (in particolare se il presidente è minorenne) mentre il Direttore S.G.A. curerà l'ordinata tenuta dei documenti giustificativi, verificherà la corretta applicazione delle regole di contabilità pubblica e la corretta gestione e conservazione dei beni acquistati con i fondi della consulta.




permalink | inviato da Michele Pisano il 19/5/2008 alle 10:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Sfoglia maggio       
calendario
adv